Reality: perché li disprezziamo tanto ma non possiamo fare a meno di guardarli?

Vi è mai capitato di dire “come fa ad esistere ancora questo programma” e di trovarvi a leggere delle notizie o a guardarlo voi stessi?

Il Grande Fratello, L’isola dei famosi, Temptation Island, sono solo alcuni dei più importanti reality show che ci hanno tenuti incollati alla tv in questi ultimi anni.

Anche se non siete amanti di questo tipo di trasmissioni, siate onesti, vi sarete sicuramente trovati a leggere qualche gossip sui partecipanti o a vedere almeno 5 minuti di questi, anche solo per curiosità.

Ma perché hanno così tanto successo?

Di motivazioni ce ne sono tante.

Ci fanno rilassare.

I reality hanno sempre avuto lo scopo di permetterci di “staccare la spina” dopo una stressante giornata di lavoro. Il loro successo dipende proprio da questo: sono programmi che non richiedono sforzi mentali ma coinvolgono, fanno rilassare e sono piacevoli da vedere tanto che li lasciamo in tv anche se gli diamo attenzione sporadicamente.

Per provare ciò che ho appena detto basta pensare agli orari in cui vengono trasmessi: prima e subito dopo cena, quando il target scelto torna a casa da una frenetica giornata lavorativa.

Ci incurioriscono.

Un altro effetto dei reality è che ci incuriosiscono, ci fanno chiedere “cosa succederà dopo?

La curiosità è tanta, anche se sappiamo che, in realtà,è un piano ben architettato per tenerci in sospeso. Ogni attore del reality sa cosa deve dire, con chi deve farsi vedere in intimità e quando sarà eliminato. Sono molti gli “scandali” che lo provano (già a partire dalla prima edizione del Grande Fratello quando la concorrente “Marina La Rosa” disse la famosa frase “tanto tra una settimana dovrò uscire” e così fù).

Nonostante inizialmente rimaniamo un po’ delusi finiamo comunque per guardare di nuovo l’edizione successiva di quello stesso programma, perché?

Perché guardare questi programmi è come spiare dal buco della serratura per vedere le reazioni di quelle persone in situazioni assurde, poco frequenti nella vita reale. I personaggi vengono spinti verso situazioni difficili, per vedere fino a che punto arriverebbero pur di catturare l’attenzione.

Ci fanno interagire.

La più grande notivtà dei reality forse è stata il fatto di renderci partecipi nelle decisioni. Siamo noi, infatti, attraverso il televoto a scegliere chi resta e chi va (è realmente così? Non lo sappiamo ma comunque votiamo).

Dal 2000, anno della prima edizione del Grande Fratello, si sono moltiplicati i modi per permettere agli spettatori di indicare le loro preferenze, tanto che oggi si può votare anche attraverso il telecomando, stando comodamente seduti sul divano.

Non possiamo farne a meno dei reality ma perché gli ascolti di qualcuni calano?

La risposta sembra quasi scontata: per colpa della grande concorrenza tra emittenti televisive. È normale, infatti, essere tentati di guardare il reality con il personaggio che ci piace o la trama più innovativa, quella che ci fa trattanere dal fare zapping e passare al canale successivo, sempre con lo scopo di farci rilassare ed emozionare.

I reality si sono evoluti sempre di più, andando a creare situazioni sempre più assurde.. staremo a vedere cosa si inventeranno i produttori nei prossimi anni.

Add Comment