Semaforo rosso per wii shop

Dopo 10 anni Nintendo annuncia la chiusura del Wii shop nel 2019.

Era il 2006 quando la Nintendo lanciò nel mercato la Wii, console innovativa per:

  • utilizzo (privilegia la modalità di gioco attiva),
  • tecnologia (ha un consumo molto basso quindi può essere lasciata sempre accesa),
  • società (è stata ideate per combattere la sedentarietà e l’isolamento tipico dei giochi in realtà aumentata, a favore di una forma di intrattenimento collettivo da poter svolgere ovunque),
  • Forma (era la console più piccola del mercato ed era stata pensata proprio per essere ben integrabile all’interno del contesto utilizzato per giocare)

Come ogni prodotto tecnologico la sua innovazione è stata presto superata sia da concorrenti come l’X-box, che dalla stessa Nintendo che ha creato la Wii U prima, e la Switch poi.

I servizi collegati alla wii saranno chiusi gradualmente:

  • Dal 26 marzo 2018 non sarà più possibile aggiungere punti al canale wii shop;

I punti non hanno valore monetario, non possono essere cambiati con denaro, possono essere utilizzati con una sola console Wii e non possono essere rimborsabili.

  • dal 31 gennaio 2019 sarà il momento di Wii Ware, dei software per Virtual Console e dei Canali wii;

i giochi saranno funzionanti fino a che saranno installati nella memoria del sistema; una volta cancellati non sarà più possibile reinstallarli.

Siamo arrivati alla fine della vita di un prodotto che ha fatto la storia, che ha reso possibile avvicinare generazioni differenti facendole divertire insieme e ha dato il via alla ricerca di una console sempre più piccola o, in caso della switch, addirittura tascabile.

Il verdetto è stato pronunciato, quindi se vuoi acquistare il gioco che hai sempre rimandato è l’ora di farlo adesso o non lo troverà mai più.

Add Comment